XXX

“Fatico. Per. Mettere la luna in cielo.

E. Il più delle volte. Mi cade addosso.

Ma. Forse. Era solo gesso.”

E. Mi rimane. Solo. La bianca traccia.

Della. Tua promessa condivisa.

Su una porta infedele.

Luccicante. E. Letale.

Inebriata. Dal. Tuo casto profumo.

Di. Una consumata veste nunziale.

Nuda. Al tocco dei verdi prataioli.

Nuda. Al tocco dei rossi vespertini.

Nuda. Al tocco dei salmi annebbiati.

Oh! Aleggia. Il. Tuo splendore autunnale.

Tra. Invisibili fiori di giglio.

Raccolti. Stranieri. Nell’inverno prossimo.

Per. Una amabile salvezza dal diniego.

Dall’abbandono di te.

Ho custodito il sanguinamento. Del mio orgoglio.

E. La la folle pena. Di. Una scellerata speranza.

Basterà batterti il petto?

Per. Essere penitente. Di. Una vergogna tenebrosa.

Mentre nuovamente. Sulle spalle ricurve.

Guadagno per la luna. Una. Attesa di amanti.

XXXultima modifica: 2007-12-08T20:30:00+01:00da le.cadute
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “XXX

  1. Leggere. Emozionarsi. Combattere la volontà, presuntuosa, di capire che alcune persone sono troppo atee per amare.

  2. Complimenti! Difficile cogliere lati così evidenti, ma poeticamente poco praticati, dell’amore per una donna.
    FC

I commenti sono chiusi.